Cicatrici

CICATRICI e loro TRATTAMENTO

La cicatrice é sempre il segno più o meno visibile e più o meno indesiderato di un pregresso evento lesivo che ha interrotto l’integrità fisica di un individuo.

Anche l’ombelico é una cicatrice, ma a nessuno é venuto mai in mente di cancellarla come invece capita per le altre, e questo perchè spesso alla cicatrice della pelle é legata la cicatrice dell’anima, ed é quest’ultimo il problema più difficile da trattare!

Ogni ferita  dunque, accidentale o chirurgica che sia, determina sempre l’innesco del fenomeno dellacicatrizzazione. E’ questa una cascata di eventi biologicamente complessi ed estremamente sensibili a variazioni patologiche individuali e a stimoli ambientali e che non si esaurisce con la guarigione della ferita, ma che può durare anche oltre due anni dall’evento lesivo sino alla stabilizzazione della relativa cicatrice. In questo tempo infatti, lacicatrice si modifica continuamente ed é soprattutto questo il periodo nel quale devono attuarsi quei trattamenti medici che possono guidare al meglio il processo cicatriziale. Trascorso questo periodo, difficilmente si potrà infatti più intervenire sulla formazione di una cicatrice accettabile e non resterà altro da fare che mettere in pratica quelle tecniche chirurgiche atte  a ridurre, in modo più o meno risolutivo, le cicatrici ormai stabili ma esteticamente indesiderate, fonte di insoddisfazione e spesso anche di stati ansioso-depressivi.

Alle cicatrici non accettate perchè poco valide esteticamente, vanno aggiunte quelle cosidette “patologiche” (ipertrofiche e cheloidee ) che riconoscono come causa, oltre ad eventi occasionali (infezioni, deiscenze, etc.)che intervengono durante il processo di cicatrizzazione, anche una predisposizione genetica individuale che si evidenzia soprattutto in regioni corporee come quella sternale, deltoidea, scapolare, ombelicale e pubica.

E’ giusto dunque parlare di correzione chirurgica di una cicatrice, perchè nessuna cicatrice potrà mai essere completamente eliminata da un intervento o da un trattamento medico, nonostante molte fonti pubblicitarie divulghino il contrario!

E’ pertanto indispensabile per ottenere una cicatrice esteticamente valida, saper scegliere il trattamento più adatto sia durante il processo di cicatrizzazione, sia a stabilizzazione avvenuta.

I  TRATTAMENTI

I trattamenti più adeguati alla correzione delle cicatrici possiamo distinguerli in : medici, chirurgici e palliativi. 

I trattamenti medici sono soprattutto indicati durante il processo di cicatrizzazione al fine di ottenere al più presto una cicatrice stabile ed esteticamente accettabile.

A secondo dei casi prescriviamo una o più metodiche tra loro combinate :

Massaggi manuali o con apparecchiature LPG;

l’Elastocompressione con indumenti e guaine elastiche su misura;

Contact Media, cioè applicazioni di polimeri (silicone) in gel o placche;

Infiltrazioni  intracicatriziali con Triancinolone Acetonide;

Cure Termali e Laser terapia.

 

I trattamenti chirurgici li riserviamo alle cicatrici già stabilizzate, ma esteticamente non accettabili.

Tali trattamenti hanno spesso in comune tra loro l’asportazione della cicatrice tramite escissione chirurgica diretta o dermoabrasione, ma variano invece per il metodo di ricostruzione cutanea immediatamente successivo da realizzarsi con:

Trapianti cutanei autologhi (dello stesso paziente) diretti;

Trapianti cutanei autologhi su supporto dermico bio-sintetico o da donatore;

Nebulizzazione di cellule dello spazio dermo-epidermico (metodo ReCell);

Infiltrazione di grasso con cellule staminali mesenchimali adulte (metodo Coleman);

Riempimenti con fillers a lunga permanenza (Macrolane) 

Espansione cutanea perilesionale (skin espander); 

Plastiche cutanee con vari lembi di scorrimento.

Spesso al risultato ottimale concorrono metodi diversi in tempi successivi!

Possiamo infine considerare palliativi quei metodi, senz’altro meno impegnativi dei precedenti, ma altrettanto utili come il Camouflage (trucco con idonei prodotti) ed il Tatuaggio chirurgico o tradizionale, che possono essere preferiti al posto dei metodi tradizionali o consigliati  a completamento dell’iter terapeutico scelto o già intrapreso.

In conclusione per ottenere i migliori risultati dal trattamento di cicatrici indesiderate, occorre affidarsi a mani esperte che sappiano scegliere il metodo o i metodi più adatti a quel determinato esito cicatriziale, e discuterne le aspettative, i costi ed i reali benefici.

 

 

 

 

 

prima

dopo

Per l’estrema variabilità dei casi e per l’altrettanto variabilità delle proposte terapeutiche, non è stato possibile stilare un tariffario. Pertanto, variando anche i costi, questi saranno stabiliti di volta in volta secondo il caso!